Notizie

"L'inverno si trasforma sempre in primavera". E' il titolo del quadro donato da una giovane paziente, ospite in un Covid hotel dell'Asl Centro

Nella foto il quadro realizzato dalla giovane donna con la tecnica del diamond painting. Nel quadro è raffigurato un albero con la chioma suddivisa a metà, la parte destra (rispetto allo spettatore) con colori caldi, arancione, giallo e un po' di marrone) la parte sinistra con colore azzurro, predominante, bianco e blu), le porzioni di cielo in secondo piano sono dalla parte destra: rosa, vinaccia  e avorio; dalla parte sinistra azzurro con una piccola parte di verde acqua.  Il fusto è di colore marrone. L'albero è riflesso in uno specchio d'acqua. La dedica riportata sul quadro è: nella parte alte, scritta di azzurro "L'inverno si trasforma sempre in primavera"  D. Ikeda. Nella parte in basso "Grazie!" scritto di rosso

Scritto da Elena Cinelli

Un diamond painting sulla primavera realizzato durante il soggiorno in un albergo sanitario e donato in segno di riconoscenza per le cure ricevute.

E' la storia particolare di Pamela, una giovane donna fiorentina di 35 anni, che ha voluto ringraziare gli operatori sanitari per la cura e la dedizione e il personale dell'albergo sanitario con un quadro dal titolo "L'inverno si trasforma sempre in primavera" che sta ad indicare la sua rinascita dopo un periodo cupo e di sofferenza.

La giovane è stata in isolamento un mese, ospite di uno degli alberghi Covid in convenzione con l'Azienda sanitaria e una volta guarita ha voluto lasciare la sua testimonianza.

"Il primo gennaio ho avuto i primi sintomi da covid con successivo esito del tampone positivo, mi  sono isolata da mio padre, avendo due bambini piccoli in casa.

Il 12 gennaio per fortuna mio padre è risultato negativo al tampone così sono stata accolta all'hotel Ambrosiano a Montecatini Terme.

Tutto il personale è stato accogliente fin da subito, persone molto gentili e pronte ad aiutare il prossimo, mi sono sentita molto protetta, mi hanno presa a cuore. 

Considerando che sono un soggetto asmatico il personale delle pulizie è stato attento e mi ha offerto un ottimo servizio.

Due volte al giorno ho ricevuto  visite mediche dal personale sanitario, tutte persone di grande cuore, competenti e scrupolose, sono sempre stata messa a mio agio.

Questo mese di isolamento è stato reso più leggero da ogni persona che ho incontrato e da quelli che non ho conosciuto, che mi hanno servita da dietro la porta.

Nonostante la mancanza della famiglia sono stata felice. Grazie di cuore a tutti, Pamela."