Altro

Isolamento domiciliare e quarantena, definizione di contatto e contatto stretto

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Tutti i casi positivi vengono gestiti dai servizi di IGIENE SANITA’ PUBBLICA dell’Azienda Sanitaria Toscana Centro che provvederà a contattare l’interessato per le norme di comportamento da seguire (ISOLAMENTO e QUARANTENA) e le altre eventuali indicazioni.

Tutti i casi positivi vengono gestiti dai servizi di IGIENE SANITA’ PUBBLICA dell’Azienda Sanitaria Toscana Centro che provvederà a contattare l’interessato per le norme di comportamento da seguire (ISOLAMENTO e QUARANTENA) e le altre eventuali indicazioni.

Isolamento domiciliare

Che cos'è l'isolamento domiciliare?

I cittadini positivi a test diagnostico (tampone naso-faringeo) per Covid-19, definiti «casi», sono soggetti ad un periodo di ISOLAMENTO che consiste nella separazione delle persone infette dal resto della comunità per la durata del periodo di contagiosità, in ambiente e condizioni tali da prevenire la trasmissione dell’infezione. L’isolamento viene comunicato al cittadino tramite PEC (Posta elettronica certificata), previo contatto telefonico da parte di un operatore del Servizio Igiene Sanità Pubblica dell’ASL. Il documento inviato riporterà tutte le indicazioni per il rispetto delle misure di profilassi e le raccomandazioni da osservare sulla base delle vigenti disposizioni, riportate a questo link

Durante l’isolamento il caso positivo dovrà rispettare tutte le indicazioni riportate nelle misure di profilassi di isolamento inviate dall’ASL.

Le raccomandazioni da osservare sulla base delle vigenti disposizioni, sono:

Per il caso ed i contatti stretti:

  • mantenimento dello stato di isolamento fino a successiva comunicazione per il caso, e mantenimento dello stato di quarantena per 14 giorni o di 10 giorni con test antigenico o molecolare negativo, fino al termine dell'isolamento del caso per i contatti stretti;
  • divieto di contatti sociali
  • divieto di spostamenti o viaggi
  • obbligo di rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza
  • evitare contatti stretti con i conviventi, anche se si indossa la mascherina chirurgica. Osservare, inoltre, scrupolosamente le seguenti misure igieniche:
  • mantenimento dell'igiene delle mani (lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche);
  • igiene delle vie respiratorie (starnutire o tossire in un fazzoletto monouso o con il gomito flesso, gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino, che va chiuso immediatamente dopo l'uso, e lavare le mani);
  • areare spesso gli ambienti per favorire il ricambio d'aria;
  • indossare una mascherina chirurgica;
  • pulire le superficie e le suppellettili venute a contatto con il paziente con alcol etilico 70% (suppellettili), acqua, detergente comune e sodio ipoclorito o altro disinfettante, per la pulizia degli ambienti e delle superfici.
  • controllare 2 volte al giorno, mattina e sera, la propria temperatura corporea ed osservare l'eventuale comparsa di sintomi quali febbre, tosse, mal di gola, disturbi respiratori, iperemia congiuntivale

Per poter essere dichiarato guarito, il caso (persona positiva) dovrà ripetere, non prima del decimo giorno dalla positività accertata, e con assenza di sintomi da almeno tre giorni, un nuovo test molecolare. Se l’esito del test molecolare è negativo la fine dell’isolamento domiciliare sarà accertata dal Servizio Igiene Sanità Pubblica della ASL attraverso l’invio del PROVVEDIMENTO DI FINE ISOLAMENTO DOMICILIARE.

Qualora all’avvenuta guarigione, il caso non riceva il PROVVEDIMENTO DI FINE ISOLAMENTO DOMICILIARE potrà farne richiesta consulta la sezione dedicata

La quarantena

È il periodo di osservazione previsto per le persone che sono state esposte al rischio infettivo nelle 48 ore precedenti.

Se il Servizio Igiene Sanità Pubblica della ASL considera il contatto un contatto stretto, invierà al cittadino il PROVVEDIMENTO DI QUARANTENA.

Durante la quarantena il contatto stretto dovrà rispettare tutte le indicazioni riportate nelle misure di profilassi di quarantena inviate dall’ASL.

La durata della quarantena:

In assenza di sintomi, la fine della quarantena verrà accertata attraverso un tampone (molecolare o antigenico rapido) con esito negativo effettuato dopo almeno 10 giorni dal contatto con la persona positiva o dopo quattordici giorni senza l’obbligo di effettuare un tampone.

 

Definizione di contatto e contatto stretto

Un “contatto" è qualsiasi persona che ha avuto contatti con un “caso” probabile o confermato COVID-19, in un lasso di tempo che va da 48 ore prima dell'insorgenza dei sintomi del “caso” fino a 14 giorni dopo o fino al momento della sua diagnosi e del suo isolamento.


Si definisce, inoltre, “contatto” una persona che ha avuto contatti con un “caso  positivo COVID-19” asintomatico in un arco di tempo che va da 48 ore prima del tampone che ha portato alla sua conferma e fino a 14 giorni dopo o fino al momento della sua diagnosi e del suo isolamento.

Il “Contatto stretto” (esposizione ad alto rischio) di un caso probabile o confermato è definito come:

  • persona che vive nella stessa casa di un caso di covid-19 (contatto stretto convivente);

  • persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso di covid-19 (per esempio la stretta di mano); o una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso di covid-19 (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati);

  • persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso di covid-19, a distanza minore di 2 metri e di durata maggiore a 15 minuti;

  • persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d'attesa dell'ospedale) con un caso di covid-19 per almeno 15 minuti, a distanza minore di 2 metri;

  • persona che abbia viaggiato seduta in aereo nei due posti adiacenti, in qualsiasi direzione, di un caso di covid-19, i compagni di viaggio o le persone addette all’assistenza e i membri dell’equipaggio addetti alla sezione dell’aereo dove il caso indice era seduto (qualora il caso indice abbia una sintomatologia grave od abbia effettuato spostamenti all’interno dell’aereo, determinando una maggiore esposizione dei passeggeri, considerare come contatti stretti tutti i passeggeri seduti nella stessa sezione dell’aereo o in tutto l’aereo.