Notizie

Ticket in Pronto Soccorso: la replica dell’Azienda al Corriere Fiorentino

Scritto da Daniela Ponticelli

A seguito dell’articolo pubblicato in data odierna dal titolo “Prima la botta in testa, poi il superticket” il direttore del pronto soccorso (PS) dell’ospedale Santa Maria Nuova, dottor Michele Lanigra, ha verificato che la paziente è arrivata in PS in codice 4 (corrispondente a urgenza minore) alle 17.13 del 15 settembre scorso. Il codice assegnato in ingresso alla paziente è riferibile ad un percorso assistenziale di "bassa intensità"), e rappresenta una priorità  ma non la gravità clinica.

Alle 18.49 e' stata visitata dal medico di turno ( e quindi entro i 120 minuti previsti per la presa in carico dei codici 4) che ha ritenuto utile l'esecuzione di una TAC cranio , risultata negativa.

 

Alle 20.23 la paziente è stata dimessa con un codice sempre con un 4, confermando dunque il codice di ingresso.

La regione Toscana prevede il pagamento della compartecipazione alla spesa per i pazienti che in uscita dal PS abbiano un codice 4 e 5 (rispettivamente urgenza minore e non urgenza) , a meno che il paziente non abbia un esenzione per patologia o per altri motivi previsti dalla normativa regionale.

 

La quota relativa ai 50 euro è omnicomprensiva di valutazione medica in PS ed esecuzione di TAC cranio e non del pagamento della "digitalizzazione" già abolito dalla Regione Toscana che comunque era sempre di 10 euro  (se la signora fosse venuta prima del 1 aprile avrebbe infatti pagato 50+10 euro).

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.