Attività fisica adattata (AFA). Nel 2018 l’89% dei comuni dell’Azienda Usl ha attivato corsi dedicati. Il 3,4% della popolazione ultra 65 enne con AFA migliora la sua condizione di salute.

Scritto da Elena Cinelli

L’Attività Fisica Adattata (AFA) è nata in Toscana nel 2005 per promuovere uno stile di vita corretto, capace di produrre salute e prevenire malattie croniche. E’ rivolta a persone con sindromi algiche da ipomobilità, ma anche a disabili, che tramite il movimento mantengono il livello funzionale acquisito.

Ad AFA si accede su consiglio del proprio medico di famiglia o dello specialista ed è necessaria una valutazione del livello funzionale svolta dal personale esperto in ambito riabilitativo.

La recente delibera Regionale 903/17 ha evidenziato 3 tipologie di AFA: A, rivolta a

persone con artrosi, osteoporosi, ovvero patologie che migliorano con il movimento, B per la prevenzione delle cadute, rivolta ad anziani che presentano un aumentato rischio di caduta e tramite questo percorso possono migliorare l’equilibrio ed evitare fratture vertebrali, di polso o più drammaticamente di femore, infine C, rivolta a pazienti portatori di patologie croniche, con limitazioni funzionali. In questo caso l’AFA permette di mantenere livelli funzionali recuperati con i trattamenti riabilitativi, di mantenersi attivi, rallentare il decorso di malattia e fornire opportunità di socializzazione.Nel 2018 nel territorio dell’Azienda Usl Tc l’89% dei Comuni hanno attivato corsi AFA. Su un totale di 970 corsi attivati, 873 sono dedicati alla tipologia A, 25 a quella di tipo B e 72 alla C. Punte di eccellenza per quanto riguarda i corsi AFA A risultano i territori di appartenenza della Società della Salute di Firenze, quello della Società della Salute della zona fiorentina nord ovest, della zona sud est e della Società della Salute Empoli e del Valdarno inferiore, mentre i territori più attivi per l’AFA C, dedicata alle malattie cronico-degenerative, sono quelli della Società della Salute area pratese e quello dell’empolese e, per il momento unici nell’Azienda, i territori delle Società della Salute di Pescia e Pistoia che all’interno della dialisi ospedaliera, hanno attivato corsi AFA per pazienti nefropatici che saranno comunque progressivamente estesi anche alle altre zone territoriali. Inoltre in tutta la Ausl Toscana centro si stanno implementando corsi AFA dedicati alla fibromialgia.Sempre nel territorio dell’Azienda Toscana centro si registra una popolazione di ultra 65 enni pari a 386.118 (dato rilevato al 31 dicembre 2018), di cui il 3,4% ha frequentato, in tutto il 2018, corsi AFA per migliorare la sua condizione di salute: 12953 sono i partecipanti ai corsi AFA A, mentre 182 quelli di AFA B e 694 di tipo C.L’attività si svolge in piscine, palestre e comuni luoghi di socializzazione del territorio, ed il servizio viene effettuato con esperti secondo indicazioni regionali.In attesa dell’attivazione di un numero unico che uniformerà la modalità di accesso per tutte le zone, è possibile accedere ai corsi AFA A-B-C nelle seguenti modalità:

  •  nel territorio fiorentino tramite CUP Metropolitano chiamando 840 003 003 da rete fissa, oppure 199175955 da cellulare dal Lun al Ven dalle 7.45-18.30/ sabato 7.45-12.30 , oppure è possibile prenotare nelle farmacie in cui è attivo il servizio di prenotazione CUP o nei presidi sanitari in cui sono presenti i Punti Cup
  • nel territorio pistoiese chiamando il numero verde 800 251 822 dal lun al ven con orario 11.00-13.00 oppure telefonando direttamente al Centro Riabilitazione di Valdibrana Pistoia (0573-228720), Centro Fiorella Cappelli Borgo a Buggiano (0572-460901)
  • nel territorio pratese tramite il Servizio di Riabilitazione (CSS Giovannini) chiamando al 0574-807851, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.00.
  • nel territorio empolese tramite il call center 0571/7051 oppure il numero 0571/705565 oppure 0571/705566 - 0571/705716 (dal lun al ven dalle 8.00 alle 13.00)

I costi, oltre al pagamento di una minima quota di assicurazione annuale sono a carico del partecipante e sono definiti come da regolamento aziendale:
2,50€ ad accesso per i corsi AFA A
3,50 € ad accesso per i corsi AFA B e AFA C
4,00€ ad accesso per i corsi AFA A o C svolti in piscina
L’elenco dei corsi è disponibile sui siti web delle singole SdS oltre che per la zona sud est sul sito della Ausl Toscana centro, o presso i presidi aziendali. A questo link le modalità di accesso sul sito dell’Azienda.
Recentemente grazie ad una specifica delibera regionale è stato avviato un percorso AFA per la fibromialgia. Il protocollo di esercizi con modalità a terra o in acqua, è elaborato da un gruppo di specialisti aziendali: reumatologo, fisiatra, algologo, fisioterapista. La persona con diagnosi di fibromialgia, inviata dal reumatologo, fisiatra, algologo, fisioterapista, MMG accede direttamente alla palestra o piscina dove si svolgono i corsi AFA dedicati.
Per questa attività è richiesta a carico dei partecipanti una quota di € 2,50 per AFA in palestra e di € 4.00 per AFA in piscina, oltre alla minima quota annuale per l’assicurazione.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.